here I stay festival 2010

his festival 2009 small

Il programma dell' HERE I STAY FESTIVAL 2010...

here i sketch

Partecipa a HERE I SKETCH, la collettiva di grafica e illustrazione dell’Here I Stay Festival!

dove dormire

Volete dormire comodamente a pochi minuti dall'area festival?
Cliccate quì e troverete tutte le strutture turistiche nei pressi dell' HERE I STAY FESTIVAL!

Vi ricordiamo che i posti tenda gratuiti all' interno dell' area festival e riservati esclusivamente ai tesserati saranno limitati.

come arrivare al festival

Per sapere dove si trova il festival e come arrivare.
Trovi anche alcune informazioni utili se vieni in nave o in aereo e vuoi pianificare il tuo viaggio...
Leggi...

partnership & sponsors

le mostre e le esposizioni del festival

Come da tradizione, all’interno del locale dello Sleepwalkers e dell’area relax dell’Here I Stay Festival ospiteremo anche degli expo di disegni, illustrazioni, dipinti e fotografie. Oltre al materiale di Here I Sketch ci sarà spazio anche per le personali di altri artisti: Eisenauer, Giambarresi, Alessandro Loddi e Nico Massa.

EISENAUER Eisenauer [Carol Rollo], nata Cagliari, fattasi le ossa tra la città e l’hinterland, attualmente vive a Torino dove si è laureata in Ingegneria del Cinema – presso il Politecnico – e dove lavora come grafica ed illustratrice freelance. La giovane Eisenauer si affacciò al nel mondo artistico attraverso la street art (prediligendo murales) e la creazione di locandine. Con il passare delle stagioni, la passione non è deperita, anzi. Artista poliedrica, attualmente ama cimentarsi su molteplici fronti: ha frequentato corsi di illustrazione e fumetto, ha partecipato a numerose mostre collettive e personali – saltellando costantemente tra l’amata isola e la padana Torino – e collaborato con gallerie e musei. Ultimo esperimento è quello con ago,
fili e stoffa che ha dato alla luce il marchio – insieme alla mente e alle mani di Glamjem [Valentina Deiana] – Peut-feutre, dispensatore ufficiale di accessori baffuti e non solo. Prossimamente potrete vederla aggirasi per le strade di qualche barrio di Barcellona, dove si trasferirà per seguire un Master in Illustrazione per bambini.

GIAMBARRESI Carlo Giambarresi aka Beefart nasce in Sardegna nel 1981. Artista autodidatta sin da piccolo ha la passione per il disegno ma la vita gli tende una marea di trabocchetti che lo porteranno a tenere nascosta nel cassetto questa passione per anni.Finalmente nel 2008 decide di dedicarsi all’illustrazione dopo aver tenuto un corso professionale in “Illustrazione Applicata”nell’istituto IDEP a Barcelona. L’anno successivo frequenta un’altro corso nella rinomata “Escola Massana”istituto d’arte sempre a Barcelona e si specializza meglio nel campo editoriale. Rappresentato nel mondo da un agente australiano spera di iniziare al più presto una soddisfacente carriera! Durante il festival presenterà “Faces” una serie di caricature e ritratti di vari personaggi del mondo della musica, del cinema e della letteratura che lo hanno sempre appassionato.

ALESSANDRO LODDI Alessandro Loddi cresce e abita in quel di Villacidro, cittadina del Medio Campidano culturalmente ininfluente, compie studi classici, e non termina gli studi universitari in lingue straniere. Perde tempo, troppo tempo, nell'inseguire affetti e persone che non gli appartengono. Da molti definito arrogante, sfacciato, ineducato da altri palesemente sincero. Da circa un anno clicca&scatta foto di poco gusto, perchè forse è il poco gusto che cerca. Si diverte nel farlo e gli basta. Cura, scrivendo e fotografando, la rubrica musicale del bimestrale "My Sardegna", tentando d'aiutare quelle piccole band che meriterebbero palcoscenici più ampi (ma non troppo ampi). Ama la sua famiglia. Questo è quanto.

NICO MASSA Nico Massa, fotoreporter e tante altre cose, si dedica da circa 3 anni al reportage musicale, con escursioni nel campo dei redazionali di moda e book personali.
Svariate mostre fotografiche e pubblicazioni su testate locali e nazionali al suo attivo, è uno dei membri di On2Sides, nuova label cagliaritana.
Il progetto "Fretta" presentato all'HIS festival, raccoglie poche immagini ma d'effetto, che vogliono rappresentare le conseguenze della fretta nell'eseguire le azioni della quotidianeità...rielaborate in modo scherzoso.

gli ultimi nomi dell' here i stay festival 2010

Si chiude la line up del festival con le ultime bands:

Love Boat, Cold Pumas, Plasma Expander, Raw Rave Groove, Jonesin', Everybody Tesla, Michael Myers, Su Contrattu Seneghesu.

LOVE BOAT (IT)
 L'ultimo loro live in Sardegna è stato in occasione dello scorso Here I Stay Festival 2009. Quest'anno tornano a suonare nell'Isola ad un anno esatto di distanza da quella occasione, portando con sé diversi pezzi nuovi e un live molto rinnovato. Ma al fondo i Love Boat rimangono sempre gli stessi: un trio incendiario che genera divertimento diffuso con canzoni “sixties bubblegum” che fuggono via come proiettili, disegnando traiettorie impazzite e sguazzando felicemente tra rock'n'roll adolescenziale e colori pop. Una chitarra elettrica, una chitarra acustica e un set di batteria ridotto al minimo è tutto ciò che serve.

Sul web: http://www.myspace.com/loveboatbeibe

 

COLD PUMAS (UK)
 Repetition, repetition, repetition. Sono espliciti fin dalle influenze dichiarate su MySpace i Cold Pumas, trio di Brighton tra gli esponenti più interessanti di quell'underground inglese terreno di coltura dove sono cresciuti i Fair Ohs (anche loro al festival) e i Male Bonding, con cui la band ha anche condiviso uno split di recente. I Cold Pumas, come da dichiarazione d'intenti, fanno una musica estremamente ripetitiva, ipnotica e groovie, tra psichedelia storta e noise. Un'altra scommessa targata Here I Stay Festival.

Sul web: http://www.myspace.com/coldpumas

 

PLASMA EXPANDER (IT)
 Free rock'n'roll un po' bastardo. Strutture matematiche e groove assassini. Chitarre sferraglianti e impatto rock. I Plasma Expander sono un trio cagliaritano con due dischi all'attivo - per Here I Stay e Wallace - che riescono a scuotere stomaci e cervelli all'insegna di un math rock dalle venature hard blues. Dal vivo una vera macchina musicale rodatissima.

Sul web: http://www.myspace.com/plasmaexpander

 

RAW RAVE GROOVE (IT)
 I Raw Rave Groove sono quattro giovanissimi oristanesi che suonano un garage punk blues dalle tinte piuttosto scure, in linea con le migliori proposte europee. Una band che dichiara di amare le chitarrine scordate, le batterie d’altri tempi, il trash, il soul e sudare e saltellare sui palchi ogni volta che ce n’è l’occasione. L'anno scorso è uscito il loro primo sette pollici su Here I Stay Records.

Sul web: http://www.myspace.com/rawravegroove

 

 

JONESIN' (USA)
“Sardonic electro-duet”, così si presentano i Jonesin', due ragazzi di San Francisco – Matt Jones e Jenny Jones - che suonano musica piena di tastiere old-school, melodie bislacche, suoni lo-fi recuperati dagli scarti degli anni ottanta, 8-bit e tanto altro. L'anno scorso è uscita la loro cassettina di debutto su Shit music for shit people.

Sul web: http://www.myspace.com/jajonesin


EVERYBODY TESLA (IT)
 Uno di fronte all'altro con strumenti autocostruiti, microfoni, synth, kaoss pad, beatbox e tastierine giocattolo. Un live looping incessante che si concretizza in un suono rumoroso, barcollante e giocoso, dove sperimentazione, spinte dancefloor e pop trovano un equilibrio in continua evoluzione. Gli Everybody Tesla nascono a Cagliari dalla collaborazione di Gran.Farabutt.Loop.Man e Mynerdpride ed usciranno a breve col loro primo ep su cassetta per On2Sides.

Sul web: http://www.myspace.com/everybodytesla

MICHAEL MYERS (IT)
 Ormai è una tradizione: il dj set del sabato notte dell'Here I Stay Festival è votato al rock'n'roll più scanzonato. Ecco perché è stato naturale proporre Michael Myers, dj triestino che chiuderà la festa della seconda giornata del festival con un set che non vi lascerà fermi un secondo, tra beat, garage, psichedelia e “vecchio” rock'n'roll coi suoni caldi del vinile.

Sul web: http://www.myspace.com/michaelmyersdj

 

SU CONTRATTU SENEGHESU (IT) C’è una parola, nella lingua sarda, che contiene in sé vasti e profondi significati: su connottu (lett. “il conosciuto”) la memoria storica collettiva, il codice non scritto, la tradizione orale.
Il coro sardo col suo canto rappresenta tutto questo.
Non esiste data di nascita del coro perché i suoi componenti, a secondo dell’età, hanno cantato con diverse persone e fatto parte di diversi cori. I componenti del coro che attualmente si esibiscono cantano insieme da diversi anni. I canti da loro interpretati rivivono tutta la cultura popolare nei vari cicli della vita: nascita, infanzia, giovinezza, famiglia, vecchiaia e morte.
I cicli dell’anno: le stagioni,il lavoro e la festa; il succedersi alterno della vita quotidiana, del lavoro e della festa, dell’amore e del dolore, del bene e del male, della vita e della morte. Il canto, quindi, è allegro o triste secondo il testo interpretato.
Il coro, oltre che nelle più significative sagre e feste paesane dell’isola di Sardegna e dell’Italia peninsulare, si è esibito in Francia, in Belgio, in Svizzera, in Germania, in Russia e in Croazia.
I suoi componenti sono: Boricheddu Trogu, boghe (voce solista) nato a Seneghe il 27.09.36; Enzo Lotta, bassu (basso) nato a Seneghe il 10.11.60; Guido Lotta mesa oghe (contralto) nato a Seneghe il 22.10.55; Piero Laconi, contra (voce baritonale) nato a Seneghe il 17.08.62. L’origine del canto corale di Seneghe, paese che si adagia sulle pendici del Montiferru, come quello del canto a tenores barbaricino, si perde nella notte dei tempi. Il coro, che a Seneghe viene chiamato “Su contrattu”, conserva musicalmente, ancora oggi, la struttura e l’impostazione arcaica col basso di gola (laringale) e le altre voci tradizionali: contra, mesa oghe e boghe.

Ascolta Su Contrattu Seneghesu

 

altre dieci bands si aggiungono alla line up del festival 2010

Ecco le altre dieci bands che si aggiungono a quelle già annunciate degli Oneida, Drink to Me, Buzz Aldrin, Fair Ohs, Mujeres, Bradien, G.I. Joe e Three Second Kiss:

CRIMINAL JOKERS (IT) In giro già da cinque anni ma ancora poco più che ventenni, i Criminal Jokers suonano un folk punk dagli sconfinamenti new wave, con approccio prevalentemente acustico e un set particolare, con batteria minimale (che il cantante suona in piedi), basso acustico, chitarra semiacustica e tre voci. Il loro primo disco – registrato da Max Stirner – è stato prodotto da Appino degli Zen Circus.

Sul web: http://www.myspace.com/thecriminaljokers

HIS CLANCYNESS (IT) His Clancyness è il progetto solista di Jonathan Clancy, già con Settlefish e A Classic Education. L'anno scorso è uscito il suo debutto su cassettina a tiratura limitata per la Secret Furry Hole, con un pugno di belle canzoni registrate in casa che mescolano atmosfere sognanti, pop riverberato e loop ritmici. E quest'anno uscirà anche il nuovo ep, Always Mist, per l'americana Mirror Universe Tapes (label di Washed Out e Toro Y Moi).

Sul web: http://www.myspace.com/hisclancyness

MUSICA PER BAMBINI (IT)Progetto musicale originalissimo in cui la musica elettronica incontra il teatro, la fiaba e la “costruzione di mondi”, Musica per bambini propone un live del tutto imprevedibile, un dramma buffo dove improvvisazione e proposta dei brani dei dischi giocano una parte egualmente importante. L'ultimo album, DioControDiavolo, è uscito due anni fa per la Trovarobato.

Sul web: http://www.myspace.com/musicaperbambini
MY BUBBA AND MI (Danimarca)Le My Bubba & Mi vengono dalla Danimarca, sono tre ragazze che hanno iniziato a suonare inseieme nella cucina della casa in cui vivono, un appartamento di Copenaghen. Da quelle sessioni – sempre realizzate prima di colazione o dopo mezzanotte, precisano - è uscito fuori un suono leggero leggero, un folk garbato e dolcissimo dalle tonalità tenui color pastello. Deliziose.

Sul web: http://www.myspace.com/mybubbaandmi

COMANECI (IT)Una voce – quella di Francesca - tra le più emozionanti in circolazione. Una sequenza di canzoni stupende nella loro bellezza scarna e semplice, fuori dal tempo. I Comaneci tornano all'Here I Stay Festival nella nuova formazione – Francesca Amati, chitarra e voce, e Glauco Salvo, chitarra elettrica e banjo – a qualche mese dall'uscita del loro nuovo disco, You a Lie, per Here I Stay, Madcap Collective e Fooltribe.

Sul web: http://www.myspace.com/comaneciband

SIGNORAFRANCA (IT)Duo elettronico cagliaritano attivissimo negli ambiti della musica di ricerca, tra installazioni audiovisive e sperimentazioni sonore, i Signorafranca si presentano all'Here I Stay Festival nella loro veste più contaminata: con un set a metà tra live e mash-up che ingloba elettronica e citazioni post punk, new wave e post rock.

Sul web: http://www.myspace.com/signorafrancamusic

TAVRUS (IT)Tavrvs è un progetto musicale che nasce a Roma due anni fa, ispirandosi al suono French Touch e alla musica electro nord-americana. Vittorio e Niccolò sono due producer che – oltre ad aver suonato con gente come i 2ManyDjs e Fischerspooner – si dedicano al lavoro in studio e a live in cui propongono produzioni proprie mixate con sampler tratti da pezzi noti o meno noti dagli anni '70 ad oggi. Risultato? Riescono a far saltare anche il pubblico più reticente...

Sul web: http://www.myspace.com/tavrvs

TWO BIT DEZPERADOS (IT)Tropicalismo di Os Mutantes, Veloso e Tom Zè versus country e blues rurale. Si può riassumere con questa formula l'alchimia musicale dei Two Bit Dezperados, dapprima duo sardo-portoghese composto da Tommaso e Angela, ora quartetto con l'ingresso di Nicola alla batteria e Claudio (Rippers, Love Boat) alla chitarra. Pura energia rock'n'roll.

Sul web: http://www.myspace.com/twobitdezperados

TREES OF MINT (IT)Una voce soffusa e una chitarra dilatata che vanno a delineare un suono intimo, brumoso, da ascoltare seduti in terra tutti in silenzio. Trees of Mint è un artista cagliaritano – ma da qualche anno a Bologna – che all'Here I Stay Festival 2010 presenterà il nuovo set, con tutte le canzoni che andranno a far parte delle registrazioni per il suo secondo disco.

http://www.myspace.com/treesofmint

VANVERA (IT)Songwriter scuro e viscerale, con voce catramosa da qualche parte tra un Nick Cave e un Johnny Cash, Mauro Vacca a.k.a. Vanvera si proporrà all'Here I Stay Festival tra “vecchi” pezzi, ormai celebri, e i nuovi brani che andranno a far parte del secondo, attesissimo album.

Sul web: http://www.myspace.com/vanvera

nuovi nomi in line up: drink to me, buzz aldrin, fair ohs, bradien

Dopo gli annunci di Oneida (USA), Three Second Kiss (Italia), G.I. Joe (Italia) e Mujeres (Spagna), ecco altre quattro bands che parteciperanno al festival 2010:

DRINK TO ME (IT) Nuovo gioiello di casa Unhip Records, i tre torinesi Drink To Me sono tornati da pochissimo con il loro secondo album, Brazil, che ne ha confermato e rilanciato il talento: un mix organico di post punk, psichedelia ed elettronica che suona veramente micidiale. Estro e potenza che trovano riscontro anche dal vivo, con un live di grande intensità.

Sul web: http://www.myspace.com/drinktomeband

BUZZ ALDRIN (IT) Un demo registrato in salotto, un ep di esordio uscito su cassettina a tiratura ultralimitata, un suono situato tra le avanguardie post punk – Wire, Pil, Suicide, tanto per gradire – shoegaze e garage, i Buzz Aldrin (tre ragazzi che vivono a Bologna) sono una band che nel giro di pochissimi mesi è riuscita ad entusiasmare la critica e a far appassionare un pubblico ormai in crescita. Anche grazie al loro grande talento live.

Sul web: http://www.myspace.com/buzzaldringroup

FAIR OHS (UK) “Like Paul Simon, but... you know... punk”. I Fair Ohs sono una band londinese che ha appena iniziato a farsi conoscere con una manciata di singoli, cassettine e 7' davvero incendiari: reminiscenze garage, punk tropicale, afro-beat, anima pop e una freschezza che fa pensare alle notti estive sotto un cielo di stelle e una giornata al mare bevendo drink sotto l'ombrellone. Saranno una delle sorprese dell'Here I Stay Festival.

Sul web: http://www.myspace.com/theemightypharoahs

BRADIEN (ES) I Bradien sono una band che nasce a Barcellona nel 2005 con un'idea sonora molto chiara e suggestiva: decostruire il pop attraverso collage sonori che attingono da suoni esotici, colonne sonore, folk e dub. Un trio di musica elettronica che parteciperà anche al Sonar di quest'anno.

Sul web: http://www.myspace.com/bradien

three second kiss, g.i. joe e mujeres all' here i stay festival 2010

Dopo l'annuncio degli Oneida ecco altri tre nomi delle band che suoneranno all'edizione 2010 dell'Here I Stay Festival.

Si tratta di Three Second Kiss (Italia), G.I. Joe (Italia) e Mujeres (Spagna)!

THREE SECOND KISS (IT)

I Three Second Kiss sono una storica band Bolognese di adozione che nel corso di oltre quindici anni di carriera ha scritto alcune delle migliori pagine di post-rock, noise e post hardcore in Italia. Chitarra e basso sferraglianti, batteria che gira frenetica, per un suono nervoso e tagliente, di grandissimo impatto live. Nel 2008 è uscito il loro ultimo album, Long Distance, su Africantape.

Sul web: http://www.myspace.com/threesecondkiss

G.I. JOE (IT)

“Noise funkabbestia duo”, così si presentano su MySpace i bolognesi G.I. Joe. E parlando della loro musica la spiegano con queste parole: “una catartica violenza, qualcosa che ti fa sudare e ti scarica, ti agita e ti arrapa...”. Un cortocircuito di noise, psichedelia, kraut e funk ad altissimo voltaggio. I biglietti da visita sono un disco d'esordio per la Fooltribe, diverse uscite a tiratura limitata – tra cui uno split coi Movie Star Junkies – fino al recente ep, Tropico, uscito per la Holiday Records.

Sul web: http://www.myspace.com/gijoesucks

MUJERES (ES)

Infine i Mujeres, una band spagnola (da Barcellona) rivelazione assoluta per chiunque ami il garage nelle sue declinazioni più selvagge, svagate e pop. Nel sito del Primavera Sound (dove suoneranno quest'anno) li presentano così: “se fossero nati a Los Angeles, sarebbero sicuramente nel catalogo della In the Red Records e girerebbero in tour con i Black Lips...”. 

Sul web: http://www.myspace.com/mujeresdebarcelona

oneida all' here I stay festival

ONEIDA (USA) oneidaIn attesa di rivelare nel dettaglio tutto il programma dell’edizione di quest’anno, siamo già in grado di annunciare – con grande soddisfazione – il primo headliner dell’Here I Stay Festival. Si tratta degli Oneida, band newyorkese tra le più importanti rivelatesi nel corso dell’ultimo decennio.
Protagonisti principali della nuova ondata di Brooklyn dei primi anni del decennio scorso – insieme a band del calibro di Liars, Interpol, Yeah Yeah Yeahs – gli Oneida sono stati autori di dischi fondamentali come Each One Teach One (2002) dove hanno messo a punto in modo chiaro il loro suono e la loro attitudine: garage, psichedelia, kraut-rock, hard e aperture pop mediate da un gusto del tutto imprevedibile, sempre aperto alle nuove suggestioni e contaminazioni.

L’anno scorso è uscito il loro nuovo disco, l’acclamato Rated O, monumentale triplo LP per circa due ore di musica, in un’opera che rielabora in modo vertiginoso oltre dieci anni delle loro intuizioni migliori. Gli Oneida sono Kid Millions (batteria, voce), Bobby Matador (organo, chitarra e voce), Hanoi Jane (chitarra e basso), Shahin Motia (chitarra).

http://www.enemyhogs.com
http://www.myspace.com/oneidarocks

Presto tutte le altre band dell' Here I Stay Festival 2010!

 

ONEIDA AT HERE I STAY FESTIVALWhile we wait for further details about this year’s line, we’re already able to announce - with great satisfaction - the first headliner of the 5th edition of the Here I Stay Festival. It’s Oneida from NY, one of the most important bands of the last decade.
Main protagonists of the new wave of Brooklyn – together with bands such as Liars, Interpol, Yeah Yeah Yeahs - Oneida are the authors of basic work as Each One Teach One (2002) in witch they have clearly developed their sound and their attitude: garage, psychedelia, kraut-rock, hard and pop openings mediated by a totally unpredictable taste, always influenced by contamination and fresh ideas.

Their last album was released last year. The acclaimed Rated O is a monumental triple album with almost two hours of music. It’s a work that revises over ten years of their best insights. Oneida are: Kid Millions (drums, vocals), Bobby Matador (organ, guitar and vocals), Hanoi Jane (bass, guitar) Shahin Motia (guitar).

http://www.enemyhogs.com
http://www.myspace.com/oneidarocks

More about all the bands of the Here I stay Festival 2010 soon!

 

ONEIDA EN EL HERE I STAY FESTIVALEn la espera  de revelar más detalles sobre el programa de la próxima edición, ya podemos anunciar – con mucha satisfación- cuál es el primer headliner del Here I Stay Festival 2010. Se trata de Oneida (Nueva York), una de las bandas más importantes de los últimos diez años.
Protagonistas principales de la new wave de Brooklyn, junto con grupos como Liars, Interpol, Yeah Yeah Yeahs-  Oneida son autores de discos fundamentales como Each One Teach One (2002),donde han desarrollado claramente su sonido y su aptitud : garage, psiquedelia, kraut-rock, hard y aberturas pop mediadas por un gusto imprevisible, siempre listos para nuevas influencias.

Su último disco, Rated O, se publicó el año pasado. Es un monumental triple LP con casi dos horas de música que revisa más de diez años de sus mejores intuiciones. Oneida son : Kid Millions (bateria, voz), Bobby Matador (órgano, guitarra y voz), Hanoi Jane (guitarra y bajo), Shahin Motia (guitarra).

http://www.enemyhogs.com
http://www.myspace.com/oneidarocks

¡Muy pronto anunciaremos todas las bandas del Here I Stay Festival 2010!

l'appuntamento è per il 30 e 31 luglio, 01 agosto 2010

ABBONAMENTO 25 EURO SOLO FINO AL 30 APRILE!L’Here I Stay Festival  torna a luglio per la sua quinta edizione, in programma il 30, 31 luglio e 1 agosto allo Sleepwalkers Club di Guspini.

Dal 15 Aprile sarà possibile acquistare le prevendite dell’abbonamento all’Here I Stay Festival 2010, anche online. In promozione il costo è di 25 euro più diritti di prevendita, ma solo fino al 30 aprile. A partire da quella data il costo sarà di 30 euro più prevendita, fino al 15 luglio.. Altrimenti l'abbonamento alla porta sarà di 35 euro, mentre il giornaliero sarà di 20 euro.
L' abbonamento si può trovare in prevendita anche presso Laboratorio Follevolo, via Garibaldi 80, Cagliari.
Visto il successo delle edizioni passate e le richieste molto elevate, i posti tenda saranno limitati. Come gli altri anni vale la regola: chi prima arriva meglio alloggia! I posti tenda saranno assegnati al vostro arrivo fino ad esaurimento spazio tende.

L’edizione 2010 mantiene inalterata la formula degli altri anni, 2 palchi, 24 band da Sardegna, Italia, Europa, Stati Uniti. Dj set. Posti tenda in mezzo ad un boschetto di ulivi. Mostre, installazioni, laboratori, giochi, banchetti. Un’atmosfera di festa e intimità. E il mare della Costa Verde a mezz’ora di macchina.

Tre giorni di buona musica a mezz’ora da una delle spiagge più belle del Mediterraneo: è anche questa un’ottima ragione per prenotare subito un volo low cost o un posto nave e venire da noi!

Le edizioni passate:

HERE I STAY FESTIVAL 2009 - 4th EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2008 - 3rd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2007 - 2nd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2006 - 1st EDITION

 

THREE DAY TICKETS AT THE SPECIAL PRICE OF 25 EUROSHere I Stay Festival returns in July 2010! Its fifth edition is scheduled for the 30th, 31st of July and the 1st of August at the Sleepwalkers Club (Guspini, CA).
From the 15th of April it will be possible to buy presale three-day tickets at the price of 25 euros (subject to booking fee).
From the 30th of April until the 15th of July, the three-day tickets will be up for sale at 30 Euros (+ booking fee)...Otherwise the tickets at the doors for the whole weekend will be 35 euros (one day tickets 20 euros).
The three-day tickets will be sold through PayPal on the home page of the festival as well as at Laboratorio Follevolo, via Garibaldi 80, Cagliari.
Given the success of the previous editions, the tent area is limited. As usual, the rule is: first come, first served! The tent area will be assigned to the ticket holders upon arrival and subject to availability.

This year edition keeps the formula of the past editions: 2 stages, 24 bands and Djs from Sardinia, Italy, Europe, and United States. The tent area located in the middle of a grove of olive trees. Exhibitions, workshops, games, stand. Party and an intimate atmosphere, plus the sea of the Costa Verde at only 30 min drive.

Three days of good music at half an hour from one of the best beaches of the Mediterranean sea: this is a very good reason to book now a cheap flight or a ferry and join up!

The past editions :

HERE I STAY FESTIVAL 2009 - 4th EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2008 - 3rd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2007 - 2nd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2006 - 1st EDITION

 

ABONO HERE I STAY FESTIVAL 2010 POR 25 HASTA EL 30 DE ABRILEl Here I Stay Festival vuelve con su quinta edición, el 30, 31 de julio y el 1 de agosto en el Sleepwalkers Club (Guspini, CA).
A partir del 15 de abril será posible comprar en preventa el abono para los tres días al precio de 25€ (+ gastos de distribución).
Desde el 30 de abril hasta el 15 de julio, el precio del abono será 30€ (+ gastos de distribución).. Si no, el precio del abono en la taquilla será 35€ (y el de las entradas de día 20€).
Los abonos se pueden comprar a través PayPal en la web del festival y también en Laboratorio Follevolo, via Garibaldi n° 80, Cagliari.
Visto el éxito de las pasadas ediciones, los espacios para las tiendas de campaña son limitados. Como siempre, la regla es : ¡A quien madruga, Dios le ayuda ! Los espacios para acampar serán asignados a la llegada según disponibilidad.
La edición de este año mantiene la misma fórmula de las anteriores: 2 escenarios, 24 bandas y Djs desde Cerdeña, Italia, Europa, Estados Unidos. Espacios para las tiendas en un pequeño bosque de olivos. Exposiciones, talleres, juegos, stands. Una atmosfera de fiesta e intimidad, y el mar de Costa Verde a media hora en coche.

Tres días de buena música a media hora desde una de las playas más bonitas del Mediterraneo : ¡Una buena razón para buscar ya un vuelo low cost o un barco y unirte a nosotros

Las anteriores ediciones:

HERE I STAY FESTIVAL 2009 - 4th EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2008 - 3rd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2007 - 2nd EDITION

HERE I STAY FESTIVAL 2006 - 1st EDITION

join the newsletter

2009 - the last edition

2008 - the third edition